Benefici fiscali Stampa E-mail

Le donazioni (erogazioni liberali) a favore della Fondazione Archivio diaristico nazionale sono deducibili o detraibili come di seguito evidenziato.

L'Archivio diaristico è una fondazione riconosciuta (D.M. 7/6/2000 - Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali G.U. del 24.07.2000 n. 171), il cui patrimonio documentario è nel Codice dei Beni culturali di cui al decreto legislativo numero 42 del 22 gennaio 2004. La fondazione è un'istituzione culturale che riceve contributi statali in base alla Legge 17 ottobre 1996, n. 534.
È anche una ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del D.Lgs. n. 460/97) iscritta nel Registro delle Onlus (n.7 del 13.04.2004 Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale della Toscana).
Pertanto tutte le donazioni a favore dell'Archivio diaristico nazionale sono fiscalmente deducibili o detraibili purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, carte di credito, assegni circolari o bancari intestati a Fondazione Archivio diaristico nazionale - onlus.

Per le persone fisiche (privati cittadini, imprese individuali, liberi professionisti) è possibile:

  • dedurre nella dichiarazione dei redditi le donazioni - liberalità in denaro o in natura - a favore delle ONLUS o delle fondazioni riconosciute aventi per oggetto statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 fino al limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di € 70.000 l'anno (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005)
  • detrarre dall'imposta lorda un importo pari al 26% delle erogazioni liberali in denaro effettuato a favore delle ONLUS per un importo non superiore a € 30.000,00 (art. 15 comma 1 lettera i-bis D.P.R. 917/86)


Per le persone giuridiche (società, enti, associazioni, fondazioni) è possibile:

  • dedurre dal reddito d'impresa l'intero ammontare delle erogazioni effettuate a favore di fondazioni legalmente riconosciute per lo svolgimento di compiti istituzionali e programmi nel settore dei beni culturali, purché siano soggetti aventi personalità giuridica pubblica o privata, che, almeno in uno degli ultimi cinque anni antecedenti all'anno di imposta in cui avviene l'erogazione in loro favore, abbiano ricevuto ausili finanziari ai sensi della legge 17 ottobre 1996, n. 534, di cui all’art. 1 lettera e del D.M. 3 ottobre 2002. I soggetti che hanno effettuato erogazioni liberali, per ottenere i benefici fiscali previsti della legge sono tenuti obbligatoriamente alla comunicazione annuale all’Agenzia delle Entrate (art. 100 comma 2, lettera m del D.P.R. 917/86)
  • dedurre dal reddito d'impresa complessivo le donazioni a favore delle ONLUS, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005)
  • dedurre le donazioni a favore delle ONLUS per un importo non superiore a 30.000,00 euro o al 2% del reddito d'impresa dichiarato (art. 100 comma 2, lettera h del D.P.R. 917/86)
  • PER LE AZIENDE  E I LIBERI PROFESSIONISTI CON SEDE IN TOSCANA UN BENEFICIO DALLA REGIONE - ulteriore detrazione del 20% dell'Irap in base alla L.R. 45/2012 che prevede agevolazioni fiscali per le imprese ed i liberi professionisti che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio in Toscana attraverso una donazione ad enti pubblici o privati senza scopo di lucro. La detrazione presuppone un'istanza da inviare alla Regione Toscana via PEC ed è sottoposta al parere della Regione. Dettagli e modulistica qui: http://www.regione.toscana.it/-/agevolazioni-fiscali-per-sostenere-cultura-e-paesaggio-in-toscana


Per gli enti non commerciali NON titolari di reddito di impresa è possibile:

  • detrarre dall'imposta lorda un importo pari al 26% delle erogazioni liberali in denaro effettuato a favore delle ONLUS per un importo non superiore a € 30.000,00 (art. 15 comma 1 lettera i-bis D.P.R. 917/86)

 

L'Archivio rilascia ricevuta delle donazioni ma è bene sapere che per usufruire delle agevolazioni fiscali concesse dalla legge è necessario conservare la relativa attestazione di donazione: ricevuta del bollettino postale, note contabili o estratto conto della banca che attesta il bonifico effettuato, estratto conto della carta di credito.

 

 
 
Privacy Policy